Itinerario del vino tra le cantine de La Geria a Lanzarote

Itinerario tra le cantine de La Geria per degustare dell’ottimo vino circondati da uno dei paesaggi più affascinanti di Lanzarote


Vi ho già parlato nei giorni scorsi de La Geria, la strada del vino di Lanzarote. Paesaggi lunari, i venti Alisei che soffiano all’impazzata, terra nera, tecniche di coltivazioni definite “eroiche”. Insomma un luogo straordinario che deve assolutamente essere visitato almeno una volta durante un viaggio a Lanzarote.

Oggi voglio però voglio raccontarvi dei vini e delle cantine de La Geria. Ok, più della seconda perché amo il vino ma come sommelier valgo poco quindi farei una figuraccia!

Come vi avevo anticipato per percorrere la strada dei vini è sufficiente imboccare la LZ-30, la strada che attraversa quasi tutta l’isola, e vi ritroverete in piena zona vinicola.
Il percorso è unico e sempre dritto quindi non potete sbagliare.
Ciò che invece vale la pena organizzare con un po’ di anticipo è l’itinerario tra le cantine de La Geria, scegliere quelle che vi interessano di più e magari prenotare una visita guidata oltre alla semplice degustazione.
Io, per la serie “predico bene ma razzolo male”, ci sono andata totalmente impreparata e mi sono fermata un po’ a caso.  Ma è andata bene comunque!

Ecco allora qualche cantina che vi consiglio di visitare.

BODEGA LA GERIA

Provenendo da sud la prima cantina che abbiamo incontrato è stata la “Bodega La Geria”, tra le più note.
Dopo aver lasciato l’auto nell’ampio parcheggio si accede ad un’ampia sala dal pavimento coperto di lapilli. Ai lati grandi botti in legno con cartelli che descrivono brevemente il territorio, bottiglie di vino esposte nella zona centrale e, sul fondo, un lungo bancone dove vengono serviti gli assaggi di vino. Un ambiente semplice ma piacevole.

Bodega La Geria Lanzarote

Organizzandosi per tempo è possibile prenotare la visita guidata o limitarsi alla degustazione di alcuni vini, come nel nostro caso.
Ne abbiamo scelti due, il Manto Malvasía Volcánica Seco e La Geria Malvasía Volcánica Blanco Semidulce. Mi ha colpito subito il profumo, meno il sapore. Ma mi fermo qui con i dettagli sul vino!
Il prezzo a calice varia tra i 2€ e i 4€ a bicchiere, in base alla tipologia di vino, e vengono accompagnati da una piccola ciotolina di mais fritto.

Date le informazioni essenziali vi dico perché La Geria non mi è piaciuta.

Innanzitutto è tra le più note e forse per questo motivo è presa d’assalto dai visitatori.
Nella nostra mezz’ora di permanenza sono arrivati due pullman carichi di turisti, a distanza di 10 minuti l’uno dall’altro.
Il gruppo entra e si dirige subito al bancone dove le “osti” servono bicchierini di vino che vengono bevuti come chupiti e in 10 minuti il pullman riparte.
Sembra di essere in fiera più che in una cantina vinicola.
Tra un gruppo e l’altro abbiamo fatto la nostra degustazione, anzi, abbiamo pagato per i due bicchieri e, circondati dal vociare della gente, ci siamo seduti in un angolino a bere con la nostra ciotolina di mais, buono ma poco adatto a pulirsi il palato.
Nessuna spiegazione, nessun commento, nessuna indicazione sul vino; o sei un intenditore e le tue papille gustative fanno tutto per conto loro o tanto vale bere un Tavernello.

Vini Bodega La Geria Lanzarote

 

BODEGAS RUBICON

Si trova proprio di fronte alla prima, basta attraversare la strada.
È tra le più note cantine de La Geria e per questo motivo, un po’ traumatizzati dalla prima esperienza, abbiamo preferito proseguire.
Col senno di poi avremmo forse fatto meglio a scegliere questa.
Visitando il loro sito troverete la storia della cantina, molto antica, e tutte le informazioni per le visite, guidate e non. Oltre alla vendita di vino è possibile anche fare delle degustazioni, magari sfruttando la terrazza con una spettacolare vista sul parco del Timanfaya o mangiare al ristorante.

Sulla strada, tra le due cantine, si trova anche la Ermita de la Caridad, una piccola chiesetta davvero suggestiva, la cui costruzione è precedente all’eruzione dl vulcano nel 1730.

BODEGAS EL GRIFO

Proseguendo sulla strada sono rimasta incantata da un bellissimo giardino di cactus e Marco si è fermato. Così per caso abbiamo scoperto la cantina El Grifo, la più antica di Lanzarote.

Il giardino di cactus della Bodegas El Grifo

Il giardino di cactus della Bodegas El Grifo

Nonostante la sua fama è un luogo molto tranquillo dove potrete godervi delle ottime degustazioni o prenotare una visita guidata. Curiosi e affascinati dall’ambiente l’abbiamo fissata per la domenica ed è valsa la pena tornare.
Le visite guidate sono disponibili in varie lingue, anche in italiano. Noi abbiamo optato per la versione completa a 12€ a persona.
Così abbiamo conosciuto Stefano, un ragazzo bresciano gioviale e disponibile (l’accento bresciano rende molto simpatico il suo spagnolo) che, trasferitosi a Lanzarote da 4 anni, lavora da El Grifo.

Il percorso dura circa 90 minuti e vi condurrà alla scoperta dell’intera cantina: la zona nuova, in cui viene attualmente prodotto il vino, e il museo ovvero la cantina vecchia dove si trovano gli antichi strumenti e le celle vetrificate un tempo utilizzate per la fermentazione dei vini.
Si conclude con una passeggiata tra le vigne dove troverete viti antichissime, alcune di addirittura 240 anni!
Piacevole anche la visita della vecchia casa padronale, ancora arredata e con una vastissima biblioteca zeppa di libri antichi principalmente a tema vino.
La visita è stata davvero interessante ed essendo solo in 4 si è trasformata in una piacevole chiacchierata.
Una curiosità: la cantina è legata all’artista César Manrique che ne disegnò il logo e anche l’etichetta del malvasia semidolce, che riporta gli elementi caratteristici del territorio de La Geria.

Bodegas El Grifo Lanzarote

Degustazione alla Bodegas El Grifo Lanzarote

Terminato il tour è possibile scegliere due vini a testa e degustarli nel patio adiacente, accompagnandoli magari con un piatto di formaggio di capra servito con la buonissima patata dulce (che ho poi acquistato).
Oltre ai bianchi vi suggerisco di provare anche qualche tinto: noi abbiamo sperimentato il Tinto Listan Negro, buono ma troppo giovane per i nostri gusti, e l’Ariana, 50% Listan Negro e 50% Syrah passato in barrique, molto piacevole ed equilibrato.

I vini della Bodega El Grifo

 

BODEGAS STRATVS

Avremmo voluto visitarla ma ci siamo attardati da El Grifo quindi la terrò per un prossimo viaggio.
È una cantina giovane, che in pochi anni è riuscita a costruirsi un gran nome e a produrre vini pluripremiati.
Pare sia ultramoderna e quindi particolare anche dal punto di vista del design.

NOTA: Inserisco questa nota a seguito di un commento di una lettrice che ringrazio.
Come vi ho detto l’itinerario tra le cantine l’ho improvvisato sul momento, spulciando tra i commenti online mentre ero in macchina, e non mi ero accorta che la cantina fosse chiusa dal 2013. Sempre secondo notizie online, la sua costruzione avrebbe infatti violato alcune norme imposte dal Cabildo a tutela del Patrimonio della Biosfera. Non si sa se e quando riaprirà ma, nel caso, tenetela d’occhio in occasione di un futuro viaggio a Lanzarote!

Bodegas Stratvs La Geria

 

LAVORARE A LANZAROTE IN VIGNA

Se volete fare un’esperienza originale e cogliere l’occasione per imparare un po’ di spagnolo vi suggerisco un’idea niente male: lavorare in vigna!

Grappolo di malvasia vulcanico

Ci hanno infatti raccontato che le numerose cantine presenti ne La Geria assumono collaboratori occasionali durante il periodo della vendemmia: viene fatto un contratto a tempo determinato della durata di un mese e mezzo circa con un salario di circa 10€ l’ora. In più vengono forniti vitto e alloggio.
Naturalmente la cifra potrebbe variare in base alla cantina ma mi sembra un’idea molto carina e, se queste sono effettivamente le condizioni, anche ben remunerata.

Il lavoro deve essere faticoso ma, per dei baldi giovani, nulla che non si possa superare con una bella nuotata in spiaggia e una divertente serata in uno dei tanti locali per giovani presenti sull’isola.

Termina qui il nostro itinerario tra le bodegas di Lanzarote.
La visita di questo territorio mi ha davvero entusiasmata e sono sicura che conquisterà anche voi!

10 Comments
  • Giada Pappalardo
    Inserito il 13:12h, 09 ottobre Rispondi

    sogno di visitare quest’isola!!!!

    • Federica
      Inserito il 14:12h, 09 ottobre Rispondi

      Anche io la puntavo da anni ma mi ha sempre fatta desistere il periodo delle mie ferie: agosto… Quest’anno sono riuscita ad andarci in settembre e sono felicissima della scelta. Ha decisamente superato le aspettative!

  • Isa B.
    Inserito il 13:50h, 09 ottobre Rispondi

    Scusami, hai per caso chiesto se spediscono bottiglie in Italia? Intendo piccole quantità a privati. Grazie.

    • Federica
      Inserito il 14:15h, 09 ottobre Rispondi

      Sì certo, fanno quasi tutte vendita online. Magari non troverai un ecommerce vero e proprio ma contattandoli via mail organizzano la spedizione.Purtroppo imbarcarle in aereo non è facilissimo!

  • Travel Gudu
    Inserito il 20:53h, 26 ottobre Rispondi

    non sapevamo ci fosse una strada del vino a Lanzarote, grazie per la dritta

    • Federica
      Inserito il 11:59h, 28 ottobre Rispondi

      Figurati! La Geria è solo una delle tante meraviglie di Lanzarote; e il fatto che in una terra così “arida” ci siano dei vigneti lo dimostra!

  • Zoe
    Inserito il 14:26h, 28 ottobre Rispondi

    Ciao Federica, seguo sempre il tuo blog e volevo farti i complimenti perché lo curi e si vede che ci tieni tanto! Le foto poi sono sempre bellissime. Mi fai tanta compagnia, soprattuto adesso che con l’arrivo della mia bambina posso viaggiare solo con la fantasia.

    • Federica
      Inserito il 14:28h, 28 ottobre Rispondi

      Ciao Zoe! Grazie mi fa proprio piacere! Abbi pazienza, presto potrete viaggiare insieme 🙂

  • filippo
    Inserito il 15:55h, 30 ottobre Rispondi

    Ciao, per prenotare le visite guidate a chi mi devo rivolgere? Secondo te in una mattinata si riesce a farne un paio? Grazie per le informazioni.

    • Federica
      Inserito il 15:57h, 30 ottobre Rispondi

      Ciao Filippo! Se vuoi organizzarti per tempo puoi verificare orari e disponibilità online sui siti delle singole cantine. Io non lo avevo fatto e da El Grifo mi sono informata in loco e ho trovato posto per il giorno successivo. Visita super consigliata!

Vuoi lasciare un commento?