Dove mangiare in Liguria Al Ristorante Scola

Dove mangiare in Liguria? Al Ristorante Scola

L’ottima cucina e la raffinatezza degli ambienti fanno del Ristorante Scola una tappa ideale per un pranzo o una cena golosa nell’entroterra ligure, a soli 15km da Albenga.


In occasione del ponte del 25 aprile io e Marco siamo stati in Liguria insieme ai suoi genitori, Anna e Rocco. Il tempo non ci ha permesso di starcene spaparanzati in spiaggia così mi sono inventata un itinerario tra i borghi dell’entroterra ligure che ci ha portati anche in un ottimo ristorante che sono felice di consigliare a quanti vogliano seguire le tappe proposte.

Ecco come ci siamo ritrovati al Ristorante Scola, dal nome della famiglia fondatrice, situato nella località di Castelbianco, a circa 15km da Albenga.

Ristorate Scola a Castelbianco

Il Ristorate Scola a Castelbianco

Terminata la visita di Castelbianco e di Colletta ci siamo ritrovati alle due del pomeriggio a dover ancora mangiare e sapete che io non posso stare senza mangiare! Così, nel bel mezzo della splendida ma desolata Colletta, iPhone alla mano, cerchiamo il numero di telefono del Ristorante Scola che avevamo incontrato sulla strada.
Ci risponde Gabriele, che ci informa che è lieto di accoglierci per un pranzo veloce perché alle 15.00 deve preparare la sala per un banchetto. Naturalmente accettiamo di buon grado, tanto a pranzo è meglio stare leggeri!

Una volta dentro si apre un ambiente raffinato, dall’atmosfera calda e intima in perfetta armonia con la zona, quasi campagnola, in cui ci troviamo.
I tavoli sono ampi e ben distanziati per garantire privacy agli ospiti, la tavola è apparecchiata con eleganza, con tovaglie bianche, grandi calici e piatti ricoperti da centrini ricamati.

Gli interni del Ristorante scola

Gli interni del Ristorante scola

Ci accomodiamo sulle comode sedie e Gabriele ci racconta il menu.
Difficile scegliere tra le golose e raffinate proposte culinarie che spaziano dal mare alla terra e caratterizzate da un forte legame con i prodotti del territorio e con la tradizione ligure. Optiamo per dei secondi, forse più veloci da preparare rispetto ai primi e ai risotti che solo sentendoli nominare ci fanno venire l’acquolina in bocca.

Provo a riassumere il nostro ordine, scusandomi per qualche eventuale storpiatura: costata di cervo alle prugne, maialino toscano da latte in 3 cotture (lenta, in forno a legna e in tegame) e due stracotti di manzo con fondo di moca.

I secondi di carne del Ristorante Scola

I secondi di carne

Vastissima anche la scelta dei vini, custoditi nella cantina che mi piacerebbe visitare alla prossima occasione.

Scusandosi ancora per la fretta di questo pranzo Gabriele ci porta un trionfo di aperitivi per ingannare l’attesa: panissa fritta, 2 tipi di focaccia farcita, tiramisù di pan di spagna alle olive e toma, baci salati al parmigiano, dei tenerissimi cuori di carciofo fritti e infine pane e grissini artigianali.

antipasto al Ristorante Scola

Qualche antipasto

I piatti proposti sono stati all’altezza delle aspettative – anche dei miei suoceri, ottime e raffinate forchette – e il maialino, di cui Marco va ghiotto, si scioglieva in bocca.
Concludiamo il pranzo con due cialde ripiene di gelato alla crema e fragoline di bosco e due caffè.

Particolare da non trascurare la gentilezza del personale, che ci ha accolti con grande garbo nonostante l’orario, e di Gabriele che porta avanti l’attività fondata dai nonni con grande passione e professionalità.

Il conto totale, che comprendeva anche una bottiglia di Morellino di Scansano, è stato di 111€, un prezzo più che adeguato rispetto alla qualità del cibo e dell’ambiente.

Inutile dire che torneremo sicuramente con più calma per gustare altre proposte del menù.
Se volete provare personalmente il ristorante lo trovate qui.

Buon viaggio e buon appetito!

Il dessert al Ristorante scola

Chiudere con dolcezza

Potrebbe interessarti anche:

Nessun commento

Vuoi lasciare un commento?