Come fare il passaporto

Come fare il passaporto: guida pratica

Come fare il passaporto: novità, documenti da presentare, costi, tempi e modalità di consegna per ottenere un nuovo passaporto.


Il passaporto è il documento più importante di ogni viaggiatore e oltre ad essere uno strumento indispensabile è anche un ricordo dei propri viaggi, un vero e proprio cimelio da custodire gelosamente.
Che ne abbiate già collezionati diversi o che siate alla vostra prima volta ecco una piccola guida su come fare il passaporto italiano.

IL PASSAPORTO ELETTRONICO: LE NOVITÀ

A partire dal 2010 viene rilasciato un nuovo tipo di passaporto definito elettronico perchè dotato di un microchip che contiene i dati personali e le impronte digitali.

Inoltre a partire da giugno 2014 è stato abolito il bollo, la tassa annuale di 40,29€: il nuovo passaporto elettronico sarà dunque valido per 10 anni senza costi aggiuntivi mentre chi è ancora in possesso del vecchio documento in corso di validità potrà continuare a utilizzarlo fino alla sua naturale scadenza senza pagare il bollo annuale.

Il passaporto elettronico

A sinistra il vecchio passaporto e a destra quello elettronico

 

COME FARE IL PASSAPORTO ONLINE

Scordatevi i bei tempi in cui si andava in questura, si attendeva un’oretta il proprio turno e si consegnavano i documenti al primo sportello libero. Ora siamo nell’era “dell’Internet” e tutto deve passare da qui.
Questa procedura viene definita “passaporto online” anche se in realtà online si fa ben poco: prenoterete l’appuntamento e compilerete la domanda ma poi dovrete comunque recarvi in questura.
Ufficialmente non è obbligatorio fare il passaporto online ma nelle città più grandi, o quantomeno a Milano, è l’unica soluzione. Diffidate dunque dall’indicazione secondo cui è possibile andare direttamente in questura: io ci ho provato e sono stata respinta in quattro uffici, poi mi sono arresa.

Ecco la procedura step by step per fare il passaporto.

1 – Per prima cosa registratevi al sito Agenda Passaporti della Polizia di Stato per prenotare data, ora e questura in cui consegnare la richiesta di passaporto. Organizzatevi mesi e mesi prima di aver bisogno del passaporto perchè i tempi di attesa possono essere molti lunghi (io ho atteso circa 40 giorni).

2 – Stampate e archiviate la ricevuta dell’appuntamento.

3 – Compilate e stampate il modulo per la richiesta di passaporto. Questo è quello per i richiedenti maggiorenni (valido ad oggi). Se farete ritirare il passaporto da altre persone ricordatevi di riempire i campi relativi al delegato.

DOCUMENTI NECESSARI PER OTTENERE IL PASSAPORTO

Una volta preso l’appunto preparate i documenti necessari per fare il passaporto. Eccoli:

1- Mettete mano al vostro portafoglio perché bisogna pagare e anche parecchio:
– 42,50€ per il passaporto ordinario da pagare tramite bollettino postale con la seguente intestazione:
conto corrente n. 67422808
Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro
causale: “importo per il rilascio del passaporto elettronico
– 73,50€ per la marca da bollo.

2 – Sorridete e “cheese”! Servono 2 fototessere, uguali e abbastanza recenti.

3 – Fate una fotocopia del vostro documento di identità e portate con voi anche l’originale, non si sa mai.

4 – Chi è già in possesso di un passaporto (scaduto o danneggiato) dovrà esibirlo al momento della consegna dei documenti. Se siete dei sentimentali come me ricordatevi però di chiederne la restituzione.

C’è tutto, non vi resta che preparare una cartellina che contenga tutto il materiale descritto nei punti precedenti e custodirla come fosse il sacro Graal.
Presentatevi in questura il giorno dell’appuntamento e consegnate tutta la documentazione raccolta. Vi prenderanno anche le impronte digitali ma niente inchiostro da film americano: vengono prese con una scansione.

Bravi, avete fatto il vostro dovere. Ora non vi rimane altro che aspettare!

TEMPI DI RILASCIO DEL PASSAPORTO

I tempi di rilascio del passaporto sono variabili ma generalmente si aggirano intorno ai 30 giorni.

La polizia di stato indica che talvolta il passaporto può essere consegnato a vista, cioè al momento della consegna dei documenti; non posso certo parlare per tutte le zone d’Italia ma per quanto riguarda Milano vi assicuro che non è così.
Qui ci sono infatti molti commissariati in cui è possibile consegnare le domande che vengono raccolte e mandate alla questura centrale. Una volta elaborata la pratica la questura le ridistribuisce  ai commissariati di zona.
Io per accelerare i tempi ho tentato di rivolgermi direttamente alla questura centrale ma anche qui mi hanno riso in faccia!

Non intasate il centralino della questura chiamando ogni giorno per sapere a che punto è la vostra pratica: essendovi registrati al sito di cui sopra riceverete una mail con l’avviso.

 MODALITÀ DI CONSEGNA

Ora che il vostro agognato passaporto è pronto avete 3 possibilità per ritirarlo:

  • ritirarlo personalmente alla questura in cui avete consegnato i documenti, facilissimo.
  • farvelo ritirare da amici o parenti rigorosamente muniti di delega.
  • farvelo spedire a domicilio. Al momento della presentazione della domanda vi verrà data una busta su cui dovrete indicare il vostro indirizzo e la relativa ricevuta. Il pagamento di 8,20€ verrà effettuato tramite contrassegno direttamente all’incaricato delle poste. Attenzione perchè in caso di smarrimento vi verranno rimborsate solo 50€ e dovrete ripagare il bollettino da 42,5€. Nel dubbio meglio fare una strada in più!

 

Ora che avete il vostro passaporto nuovo di zecca, non vi resta che riempirlo di timbri. Quale sarà la vostra prima destinazione? Raccontatelo nei commenti!

6 Comments
  • Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    Inserito il 16:30h, 15 dicembre Rispondi

    Una precisazione meritano le due fototessere: il volto deve essere ben visibile. Mi raccomando, soprattutto, per noi ragazze: niente capelli davanti alla faccia (anche per il minimo ciuffo fanno storie), niente occhiali e sciarpe/foulard.

    Purtroppo sono severissimi, a me è capitato di doverle rifare 2 volte ed è veramente una scocciatura visti i tempi di attesa alla questura!

    • Federica
      Inserito il 20:04h, 15 dicembre Rispondi

      Certo, hai perfettamente ragione!

  • EleOnora
    Inserito il 17:34h, 27 dicembre Rispondi

    Federica grazie per questo articolo!! Il passaporto ce l’ho già da qualche anno ma linkerò il tuo post alle amiche che mi chiedono sempre!! Io non ricordo francamente tutta la procedura ma col tuo articolo altro che perdersi in quei “vecchi” e poco pratici siti istituzionali!!

    • Federica
      Inserito il 13:57h, 04 gennaio Rispondi

      Grazie Eleonora! Per una volta volta devo ammettere che hanno fatto una spiegazione ben fatta con tanto di video sul sito della polizia di stato. Quello che però non dicono sono i tempi infiniti… Veramente uno scandalo!

      • EleOnora
        Inserito il 16:36h, 22 gennaio Rispondi

        Eh, non dir niente… Conosco bene la realtà della Questura e in particolare dell’Ufficio Immigrazione e Passaporti…posso dirti che sono sotto organico di brutto! Ci vuole una pazienza di Giobbe! L’unica è farsi da passaparola tra noi appunto per esser preparati psicologicamente all’attesa e..speriamo indicano presto Concorsi!!

        • Federica
          Inserito il 11:43h, 23 gennaio Rispondi

          Eleonora per me fare il passaporto è stato un vero incubo… La prima volta (12 anni fa) me lo avevano fatto al momento ma ora è diventata una trafila assurda. Per fortuna dura tanto!

Vuoi lasciare un commento?