Saint Petersburg Card conviene

Saint Petersburg Card: conviene acquistarla?

Siete degli appassionati di City Card? La Saint Petersburg Card presenta diversi pro e contro. Vediamo se conviene davvero.


Ogni volta che organizzo un viaggio in una città vado alla ricerca delle City Card, i pass prepagati di accesso ai musei e alle attrazioni.
Io sono una vera fan di queste tessere, per due motivi:

  • consentono un notevole risparmio sul prezzo delle attrazioni
  • danno l’accesso privilegiato alle attrazioni e si evitano le lunghe code alle biglietterie.

 

Ho trovato davvero eccezionali quelle di MantovaSabbionetaSalisburgo con cui è sufficiente visitare due o tre musei per recuperare il prezzo della City Card.
L’esperienza mi ha insegnato però che queste carte sono meno convenienti nelle grandi città perché offrono l’accesso a moltissimi musei e attrazioni ma è difficile avere tempo di visitarli tutti nei giorni a disposizione. E naturalmente il loro prezzo è proporzionato al numero di ingressi compresi che diventa sempre molto caro.

S. Pietroburgo non fa eccezione a questa regola ma io l’ho comunque acquistata in occasione del mio viaggio e sto ancora cercando di capire se mi sia convenuto o meno. Proviamo a ragionarci insieme.

COME FUNZIONA

Acquistando la carta si ha diritto all’ingresso gratuito a 64 musei, vari tour alla scoperta della città e sconti in alcuni ristoranti e negozi.

Saint Petersburg Card convieneÈ possibile acquistare diversi tagli in base alla durata del vostro soggiorno:

  • 2 giorni (48 h) => 3.500 rubli  (48 €)
  • 3 giorni (72 h) => 4.700 rubli (65 €)
  • 5 giorni (120 h) => 5.800 rubli (81 €)
  • 7 giorni (168 h) => 6.500 rubli (91 €)

 

La carta può essere acquistata in loco oppure online ma va comunque ritirata presso uno dei numerosi punti di acquisto.
L’acquisto online non è rimborsabile e, visto che comunque deve essere ritirata, a mio giudizio è meglio comprarla al momento in modo da non rischiare di perdere i soldi in caso di imprevisti.
Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale molto completo e disponibile anche il lingua inglese.

Ecco ora gli aspetti positivi e negativi che ho riscontrato. Poi ditemi cosa ne pensate.

ASPETTI POSITIVI

Attrazioni
La card comprende effettivamente molte attrazioni dalle più note a quelle più particolari che senza card si rischierebbe di tralasciare. Bisogna però sempre fare i conti con il tempo…
Nel caso ve lo stiate chiedendo: l’Hermitage non è compreso!

Tour
Per quanto mi riguarda sono il principale vantaggio della card perchè altrimenti non li avrei fatti.
Di solito non utilizzo gli autobus turistici perchè li trovo, appunto, troppo turistici e preferisco perlustrare la città a piedi seguendo i miei tempi. San Pietroburgo però è enorme e, come ho già detto nell’articolo su come organizzare il viaggio, bisogna scendere a compromessi e “lasciarsi trasportare”.
La card comprende il biglietto per 3 giorni consecutivi sugli autobus Hop-on hop-off e City Sightseeing che si sono rivelati divertenti e comodi per qualche spostamento.
Molto piacevoli i tour in battello; sono comprese diverse tipologie ma purtroppo il tempo è sempre poco e noi siamo riusciti a sfruttare solo quello notturno per ammirare da una posizione privilegiata l’apertura dei ponti, un’attività imperdibile durante il periodo delle notti bianche.
Utile anche il biglietto gratuito per l’aliscafo per Peterhof, il modo più veloce (e costoso) per raggiungere il celebre palazzo imperiale.

Mezzi di Trasporto pubblico
Un altro aspetto positivo è la possibilità di utilizzare la card come tessera per il trasporto pubblico, valida per metro, tram, autobus e maršrutkas.
Il prezzo delle corse non è compreso ma avrete immediatamente a disposizione un titolo di viaggio valido. La card è infatti dotata di un e-purse che vi consentirà di pagare la tariffa delle corse caricando il credito agli sportelli automatici presenti in metropolitana.
Ha una validità di tre anni quindi se pensate di tornare a San Pietroburgo conservatela.

taxi san pietroburgo

Taxi
Io l’ho scoperto tardi ma la card dà diritto anche al 15% di sconto sui taxi della compagnia 068. Posso garantirvi che sono affidabili e onesti perchè li ho utilizzati per la tratta hotel-aeroporto. Con loro ho speso 810 rubli rispetto ai 2500 rubli dell’andata. No comment.

Viaggi Futuri
Se state organizzando un viaggio nei Paesi Baltici ricordatevi di conservare la vostra tessera perchè dà diritto a uno sconto del 10%sull’acquisto della Tallin Card.

 

ASPETTI NEGATIVI

Saint Petersburg cardCambio biglietti
Nella gran parte dei musei o attrazioni i titolari della Saint Petersburg Card hanno un accesso riservato. Credevo fosse un vantaggio ma non lo è.
Infatti quella che chiamano “smart è card” è in realtà una “dumb card” nel senso che non contiene chip per “timbrarla” e registrare gli accessi. Quindi niente ingressi privilegiati o salta fila: dovrete ritirare ogni volta il biglietto cartaceo!
Bisogna quindi recarsi nelle casse apposite, affollate come le altre, mostrare il libretto relativo (non perdetelo perchè è quello che serve, la carta è inutile!), i cassieri strapperanno con il righello il coupon della pagina relativa all’attrazione e in cambio si riceve il biglietto cartaceo.
Il sistema è antiquato e si rivela quasi più lungo rispetto all’acquisto del biglietto.

Inverno VS Estate
Un altro grosso difetto di questa carta è che due attrazioni must-see come il Palazzo di Caterina e Peterhof sono comprese solo nei mesi invernali mentre da aprile a ottobre sono a pagamento. È scritto sul “regolamento” ma la ritengo una vera ingiustizia.
Il Gran Palazzo di Peterhof e quello di Caterina costano rispettivamente 700 (10€) e 1.000 rubli (13€) che però non vengono scontati dal prezzo della card nel periodo estivo. Vi sembra giusto?
Ricordate invece che tutti gli altri edifici nei due complessi sono sempre a pagamento.

CONVIENE VERAMENTE?

La risposta è variabile perchè dipende dal numero di attrazioni che ciascuno riuscirà a visitare ma in linea generale direi che il risparmio è pochissimo.

La card comprende infatti moltissimi tour e musei ma visitarne un buon numero non è un’impresa semplice: dovrete darvi un gran da fare, svegliarvi presto al mattino, correre da una parte all’altra della città ed essere super organizzati.
Bisogna infatti considerare i giorni di chiusura settimanale dei musei, gli orari drammatici (molti luoghi di interesse chiudono tra le 17.00 e le 18.00) ed eventuali intoppi come ad esempio l’esaurimento dei posti disponibili.
Queste sono considerazioni che vi consiglio di valutare; ne parlo più dettagliatamente nel post dedicato all’organizzazione del viaggio.

Noi abbiamo acquistato per 81€ a persona la card da 5 giorni e purtroppo, per i problemi a cui ho accennato, siamo riusciti a sfruttarla poco: abbiamo  infatti perso la visita ai palazzi di Peterhof e Caterina, il primo chiuso nel nostro giorno disponibile e il secondo a causa dell’esaurimento dei posti.

Senza i due palazzi abbiamo speso 6.000 rubli mentre visitandoli avremmo speso 7.700 rubli; il risparmio come vedete non c’è stato, anzi, abbiamo speso qualche euro in più.
In conclusione? Credo che la riacquisterei perchè a parità di cifra è stata comoda come titolo di viaggio sui mezzi pubblici.
Per darvi un’idea vi lascio uno schema dell’uso che ne abbiamo fatto. Giudicate voi.

Saint Petersburg card - valutazione

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
8 Comments
  • Stefania
    Inserito il 11:02h, 08 agosto Rispondi

    Ciao, io e il mio ragazzo partiremo per S.Pietroburgo a metà agosto e stavamo valutando l’acquisto della card, grazie al tuo articolo adesso ne sappiamo di più!

    • Federica
      Inserito il 14:22h, 10 agosto Rispondi

      Grazie, mi fa molto piacere! Buon viaggio 🙂

  • Enrico
    Inserito il 21:38h, 08 ottobre Rispondi

    Ciao Federica, noi alla fine avevamo deciso di non acquistarla e leggendo quello che hai scritto sono convinto ancora di più della nostra scela! Quando vai nelle repubbliche baltiche? Ti consiglio tanto la Lituania. Continua così!

    • Federica
      Inserito il 10:08h, 09 ottobre Rispondi

      Purtroppo per me le City Card sono come i buffet: non resisto e mi ci butto a capofitto! Le Repubbliche Baltiche saranno a breve una mia meta ma devo ancora decidere se in estate o in inverno. Consigli in merito?

  • Enrico
    Inserito il 14:05h, 10 ottobre Rispondi

    Ciao Federica, viaggio in Lituania per lavoro, quindi l’ho vista in tutte le stagioni: se puoi scegli maggio/giugno così trovi un clima piacevole per girare Vilnius a piedi. Mettici anche un’escurzione a Trakai, davvero carino. Prenditi, secondo me, quattro giorni pieni, i voli sono comodi!

    • Federica
      Inserito il 10:14h, 16 ottobre Rispondi

      Ciao Enrico! Sì, la Lituania mi ispira molto… potrebbe essere una meta futura e mi ricorderò del tuo consiglio 🙂

  • Anna
    Inserito il 23:09h, 16 dicembre Rispondi

    Io ho avuto la stessa impressione con quella per Amsterdam: devi fare un tour de force per poter dire di averla sfruttata pienamente e il fatto che non funzioni come saltafila la penalizza!

    • Federica
      Inserito il 19:08h, 19 dicembre Rispondi

      Si’, in effetti alcune sono davvero convenienti, mentre altre fatico a capire a cosa servano. Forse solo per far guadagnare gli enti del turismo…

Vuoi lasciare un commento?