Dove mangiare a Madrid

Dove mangiare a Madrid: 10 indirizzi da provare

Mangiare è uno dei tanti divertimenti che offre Madrid. Dalla colazione alla cena, ecco una lista di 10 locali dove mangiare a Madrid da provare assolutamente!


Se siete degli appassionati di cibo e se alla quantità preferite la varietà la Spagna è il posto che fa per voi.
Io in 4 giorni a Madrid ho ripreso 2 chili faticosamente persi con noiosisisime e tristi diete. Ma qui non si può resistere, bisogna lasciarsi andare e divertirsi, anche mangiando!

Scegliere dove mangiare a Madrid non è facile perchè in città troverete un numero esorbitante di ristoranti e bar in cui sperimentare il cibo tipico locale o le gustose tapas, i mitici “assaggini” spagnoli e per questo voglio suggerirvi qualche indirizzo carino.

COSA SONO LE TAPAS

Il termine deriva da tapa, piattino o tappo, e nasce dall’usanza di coprire il bicchiere con un piattino per evitare che mosche e insetti vi si tuffino dentro. Un piatto vuoto non è certo invitante quindi qualche brillante spagnolo ha avuto l’idea di riempirlo con degli stuzzichini. Ed ecco nate le tapas.
Se agli aperitivi preferite dosi più abbondanti potete sbizzarrirvi anche con le raciones, una porzione più abbondante della stessa pietanza pensata per essere condivisa con gli altri commensali. 

Cosa abbinare alle tapas? Ovviamente birra o vino tinto, un classico.
Se volete adeguarvi ai costumi madrileni non fermatevi però in un solo locale; un tapeo (questa modalità ambulante di fare l’aperitivo) che si rispetti prevede di fermarsi in almeno 2 o 3 tascas (i bar di tapas) diverse.

Una curiosità: le tapas sono talmente amate in tutto il mondo che è stata istituita addirittura la Giornata Mondiale delle Tapas, che cade il 15 giugno. Potrebbe essere un’ottima occasione per un weekend a Madrid!

Il vostro stomaco comincia a brontolare? Bene, allora seguitemi alla scoperta di 10 indirizzi provati personalmente a Madrid che condivido con piacere con voi.

Nota: la classifica dei prezzi va da 1 a 4 eurini ma indico comunque i prezzi perchè le tasche di ognuno sono diverse!

 

DOVE MANGIARE A MADRID

 

COLAZIONE E MERENDA

CHOCOLATERÍA SAN GINÉS

San Ginés è una cioccolateria storica fondata nel 1894, ubicata in una vietta laterale rispetto a calle Mayor.
Ci siamo fermati qui al nostro arrivo per fare colazione, essendo partiti all’alba avevamo bisogno di un rinforzino energetico.

Superata la coda per entrare si ordina e paga subito alla cassa, quindi sbrigatevi a decidere cosa volete!
Ci siamo accomodati a un tavolino per due e in 5 minuti è arrivato il pezzo forte della cioccolateria: chocolate con churros (ricordatevi che una porzione è composta da 4 pezzi).

Churros da San Gines Madrid

Colazione light a base di churros e cioccolata

Credevo che i churros fossero una cosa da turisti e invece i madrileni li mangiano davvero e spesso!
Lo stupore viene daI fatto che sono delle vere bombe caloriche: sono delle frittellone, molto fritte, a forma di lunghi cilindri che, dulcis in fundo, vengono inzuppate nella cioccolata calda. Ne esiste anche una versione più grande, le porras; non le ho provate quindi non ho ben capito la differenza.

Beh, sono un’esperienza del gusto!
Si trovano ovunque a Madrid ma qui a San Gines è molto suggestivo e particolare anche l’ambiente, quindi non fatevi spaventare dalla coda, entrate e fate una scorpacciata di queste prelibatezze.
Prezzi nella media: 7,8€ per 2 caffè con leche e una porzione di churros con cioccolata.

Churros da San Gines Madrid

Pucciando churros

Informazioni Pratiche
Dove: Pasadizo San Ginés 5
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzo: €€

LA MALLORQUINA

Devo essere onesta, non ho testato personalmente questa pasticceria per due motivi fondamentali: il terrore di far saltare l’ago della bilancia e per la coda infinita che si trova all’ingresso. Mi sento però di inserirla nell’elenco dei luoghi in cui mangiare a Madrid perché è il paradiso dei dolci.

Si tratta di una pasticceria situata all’angolo tra Sol e calle Mayor. Le vostre papille gustative si sveglieranno davanti alle grandi vetrine in cui sono esposte le specialità di questa antica pasticceria e si agiteranno all’impazzata sentendo l’inebriante profumo di dolci che si sprigiona dalla porta di ingresso.
Qui si trovano moltissimi dei dolci tradizionali spagnoli; provarli tutti sarà impossibile però, se non avete problemi di linea, almeno qualcuno dovrete assaggiarlo!

Informazioni Pratiche
Dove:
Calle Mayor 2
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: non so 🙁

PRANZO

EL ANCIANO REY DE LOS VINOS

Abbiamo mangiato qui dopo aver visitato l’Almudena, infatti il locale si trova proprio sulla strada di fronte alla chiesa.
Fondato nel 1909 è un tapas bar storico; all’ingresso si trova un grande bancone dove potrete gustarvi una caña di birra fresca mentre nella saletta laterale si trovano i tavoli.
L’ambiente è simpatico e informale e il cameriere che ci ha serviti ci chiamava chicos (evviva, sembriamo ancora dei ragazzi!).

Interno El Anciano Rey de los Vinos

L’atmosfera tradizionale del locale

Abbiamo preso le mie due tapas preferite: il pulpo alla gallega e i gambas a l’ajillo (ricordatevi poi di chiedere in hotel di far cambiare la vostra camera con una con letti separati). Nel complesso mi è piaciuto molto e Marco è rimasto entusiasta del pulpo a la gallega che non aveva mai assaggiato.
Tenete conto però che il servizio è molto rapido e informale quindi i piatti non sono cucinati espressi ma scaldati.
Prezzi non proprio bassi: 2 raciones non abbondanti, 2 birre e 2 caffe 55€.

Tapas madrilene

Tapas madrilene

Informazioni Pratiche
Dove:
Calle Bailén 19
Chiusura settimanale: martedì
Prezzi: €€€

MERCADO DE SAN MIGUEL

Ho già parlato di questo luogo in altri due articoli ma devo necessariamente citarlo anche qui.
San Miguel, nato come mercato alimentare, è oggi un grande bar di tapas situato in una piazzetta che affaccia su calle Mayor. La struttura realizzata in ferro e vetro è davvero bellissima e l’interno non è da meno, anche se è difficile averne una visione d’insieme a causa della miriade di persone che vi troverete a qualsiasi ora.
All’interno ci sono file di bancarelle disposte a griglia i cui banconi sono letteralmente coperti da tapas di ogni forma e colore.

Mercado San Miguel Madrid

La struttura in ferro e vetro di San Miguel

Qui decidere cosa mangiare è una frustrazione perché varrebbe la pena di provare tutto. A fermare gola e curiosità ci sono i prezzi, davvero spropositati.
Considerate che le tartine partono da 3,50€ ciascuna e una persona con uno stomaco medio riuscirebbe tranquillamente a mangiarne almeno 10. Noi abbiamo pagato 9€ il bocadillo con calamares  contro i 2,5€ degli altri locali, mentre i piccoli coni con i tentacoli di polipo fritti costano ben 15€ (questo lo abbiamo evitato).

Tapas al mercado San Miguel

A caccia di tapas

Portafoglio a parte, avrete da sbizzarrirvi tra vari tipi di paella, innumerevoli tapas, prosciutti e mini salamini, pesce, ostriche, birra, vino e sangria.
Una volta presi i vostri piattini dovrete riuscire a tenere tutto in equilibrio sgomitando tra la folla di persone a caccia di uno sgabello libero a uno dei pochi tavoli al centro del mercato.

Definirlo un pranzo piacevole sarebbe un eufemismo e per mangiare così scomodi spenderete anche parecchi soldini ma qui a Madrid San Miguel è una meta imperdibile.

Informazioni pratiche:
Dove:
Plaza de San Miguel
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: €€€

LA PECERA

Elegante, affascinante e tranquillo, in pratica l’esatto opposto di San Miguel!
La Pecera è il bar al piano terra del Circolo di Belle Arti, una delle principali istituzioni culturali della capitale; è molto interessante anche l’edificio che lo ospita, tanto da essere stato dichiarato monumento nazionale, e dopo pranzo potreste farci un giretto.

Il nome del locale, che significa “acquario”, viene dalle grandi finestre che affacciano sulla strada. I tavolini all’esterno sono rinfrescati da grandi ventilatori che vaporizzano acqua ma noi abbiamo preferito mangiare all’interno incuriositi dal grande bancone dietro il quale trovano posto decine di bottiglie su mensole di specchio.
All’interno si apre una grande sala con grandi lampadari in cristallo, affreschi alle pareti, divani e sedute in legno in stile déco.

La Pecera al Circolo delle Arti di Madrid

La sala della Pecera

Abbiamo mangiato bene, ordinando due menù da 15€ che comprendevano un piccolo aperitivo, un primo, un secondo, una bevanda (birra compresa) e il caffè. Unica nota negativa l’acqua in caraffa che sapeva di cloro.
Curato anche il servizio anche se purtroppo verso le 14.00 la sala si è riempita e i camerieri faticavano a seguire i clienti.
Molto piacevole anche la frequentazione: raffinate signore un po’ attempate e uomini eleganti, quasi tutti madrileni, clienti abituali che evidentemente si danno appuntamento per un pranzo in compagnia in questo locale dall’aria un po’ bohemienne.

Mangiare al Circolo delle Arti di Madrid

I piatti del menu

Informazioni pratiche
Dove: Circolo di Belle Arti, Calle de Alcalá 42
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: €€

TABERNA EL BUO DE CHUECA

Siamo capitati in questo locale nel cuore di Chueca per caso, poco prima di dirigerci all’aeroporto; eravamo riluttanti perché non amiamo i locali con gli imbonitori che cercano di tirarti dentro ma, presi dalla fame e dalla fretta, ci siamo fatti convincere.

Sono però rimasta piacevolmente sorpresa perché abbiamo mangiato molto bene.
Io ho ordinato le seppie con la salsa all’aglio e Marco il polipo alla griglia. Sono arrivati due piatti abbondanti che non siamo nemmeno riusciti a finire e il pesce era fresco e tenerissimo, soprattutto i tentacoli di Marco nonostante fossero davvero enormi.  Come sempre abbiamo accompagnato i piatti con due birre e concluso con due caffè il tutto per 16€ euro a testa.

Polipo e seppie alla Taberna El Buo Chueca

Polipo e seppie alla Taberna El Buo Chueca

Ho letto recensioni di alcuni clienti che lamentano la lentezza del servizio ma, come fanno notare i ristoratori, i piatti vengono cucinati al momento e quindi è chiaro che il tempo per cuocere un riso o un polpo gigante non sia breve ma se non siete di gran corsa lo consiglio vivamente.

Informazioni pratiche
Dove:
Calle Gravina 4
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: €€

APERITIVO CON VISTA

TERRAZA DE CIBELES COCTAIL BAR

Vi scrivo di questo luogo per sconsigliarlo invece che suggerirlo (ecco perchè 10 indirizzi invece di 11!).
Sarò controcorrente dal momento che tutte le guide e i blog lo raccomandano (e io ci sono cascata in pieno) ma a mio giudizio è una vera fregatura.

Salendo all’ultimo piano del Palazzo di Cibele potrete scegliere se visitare il belvedere (2€ per accedervi) oppure prendere un aperitivo al bar o cenare al ristorante; noi abbiamo optato per l’aperitivo – l’ingresso costa 6€ a persona che vi verranno scalate dalle ordinazioni.
L’ambiente è molto carino ma la vista, che dovrebbe essere il punto forte del locale, è praticamente inesistente: il bar si trova infatti su una terrazza che affaccia unicamente sulla piazza sottostante e sulla Gran Via ma il vero problema è che i tavoli che godono della vista sono pochissimi.
Insomma, dovrete avere molta fortuna e noi naturalmente non l’abbiamo avuta; eravamo in 4 fila!

Terrazza Palazzo di Cibele Madrid

La terrazza

Vista a parte, veniamo all’aperitivo.
Marco ha bevuto un Mojito, ben fatto, e io un calice di vino bianco, e di accompagnamento ci hanno portato una mini ciotolina con  le arachidi; tutto per 18€. Che dire? Nel paradiso delle tapas mi aspettavo qualcosa di meglio…

Proseguite nella lettura per un’alternativa eccezionale!

Informazioni pratiche
Dove: Palazzo di Cibele, Plaza de Cibeles 1
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: €€€

TARTAN ROOF

Siamo ancora al Circolo di Belle Arti ma questa volta dovrete salire all’ultimo piano del palazzo, sul tetto o azotea, per arrivare al magnifico Tartan Roof.
Qui la frequentazione è decisamente più giovane e informale rispetto alla Pecera e l’ambiente è davvero unico.
Sotto la severa figura della dea Minerva, la cui statua svetta dal tetto, munitevi di un cocktail o di una sangria, prendete posto a uno dei tavolini o, ancora meglio, sdraiatevi comodamente sotto ai pergolati e fate una scorpacciata di Madrid!
Sì perchè qui la città vi riempirà gli occhi e il cuore e il vostro sguardo spazierà a 360°, indipendentemente dal vostro posto a sedere.

La terrazza del Circolo di Belle Arti Madrid

Sotto gli occhi di Minerva

Avendo pranzato alla Pecera non ho avuto occasione di provare personalmente l’aperitivo o la cucina quindi lascerò a voi il piacere di sperimentarli ma sono certa che non ve ne pentirete. L’accesso al rooftop costa 4€ e non so se vengano poi scalate dalle ordinazioni.
L’unica cosa che posso suggerirvi con certezza è di venire la sera perchè di giorno rischierete di sciogliervi sotto il sole cocente!

Informazioni pratiche
Dove: Circolo di Belle Arti, Calle Marqués de Casa Riera 2 (il palazzo è lo stesso ma l’ingresso è sulla via d’angolo rispetto alla Pecera)
Chiusura settimanale: sempre aperto
Prezzi: non lo so 🙁

CENA

MALACATÍN

È un piccolo ristorante a pochi passi dalla fermata Latina e grazie alla sua lunghissima storia appartiene ai ristoranti centenari di Madrid

L'esterno del ristorante Malacatin

L’esterno del ristorante

Mi aspettavo di trovare una gran folla invece abbiamo trovato posto prenotando circa un’ora prima di arrivare.
L’interno è molto caratteristico, dallo stile un po’ rustico, con grandi tavoli in legno e le tradizionali piastrelle colorate alle pareti.

ristorante Malacatin Madrid

Un brindisi a Madrid

Qui si viene per mangiare il piatto della tradizione per antonomasia: il cocido madrileno.
È un piatto più adatto all’inverno ma noi lo abbiamo ordinato nonostante fosse fine maggio perché non ci capita spesso di essere a Madrid.
Il cocido è simile al nostro bollito misto, ma un po’ più pesante. Mangiandolo a pranzo l’abbiocco è garantito, la sera invece potreste rischiare di trascorrere una notte agitata: sta a voi scegliere.

In cosa consiste?
Il concetto è semplice, la carne viene fatta cuocere lentamente in un brodo insieme alle verdure. Fin qui niente di strano.
Particolare rispetto al nostro bollito è il suo servizio, il piatto viene infatti diviso in più portate.
Prima viene servito il brodo in cui sono state cotte carne e verdure, molto saporito e dal colore intenso, a cui vengono aggiunti degli spaghetti spezzettati. Per sgrassarlo un po’ potete aggiungervi qualche fetta di cipolla cruda che vi porteranno su un piattino: sembra orrendo ma vi assicuro che è davvero ottimo (di nuovo letti separati!).
A seguire vengono servite le verdure, verze e ceci prevalentemente, e infine arriva la ciccia: pollo, piedino, cotenna, manzo e un altro pezzo che non ho ben capito cosa fosse ma che ho trovato un po’ legnoso.

Il Cocido madrileno

Il Cocido madrileno

Che dire? È buono o no? Dipende dai gusti naturalmente!
Secondo me è non è male ma vale la pena provarlo solo se siete degli amanti del bollito altrimenti lasciate perdere (io non lo sono!).

La cena mi ha soddisfatto, il ristorante è carino, la cameriera molto gentile (peccato parlasse a una velocità impressionante quindi le ho detto sempre sì anche senza capire per non sembrare cretina) e la cucina mi è sembrata buona, ma purtroppo non sono un’intenditrice di cocido.
Molto buone invece le costine di agnello impanate che abbiamo ordinato a parte: da leccarsi i baffi.
Prezzi onesti: una bottiglia di vino tinto della casa, un cocido (diviso in due), le costine, 2 caffè per un conto totale di 63€.

Il tempio del Cocido pare però essere il ristorante Lhardy, un altro centenario; è molto rinomato e nominato dalle guide ma le recensioni online non eccezionali. L’unica certezza sono i prezzi, decisamente alti.

Informazioni pratiche
Dove:
Calle de la Ruda, 5
Chiusura settimanale: domenica
Prezzi: €€€

VI COOL TAPAS BAR

Siamo venuti a Madrid in occasione del mio compleanno e uno degli obiettivi del viaggio era proprio trovare un ristorantino carino in cui festeggiare. Passeggiando per il barrio de las Letras siamo capitati davanti a VI COOL e la parete verde brillante e le lampade pendenti sui tavoli mi hanno immediatamente incuriosita!
Mi è poi bastato dare uno sguardo al menù esposto nelle vetrine su strada per fugare ogni dubbio.

Interni ViCool MADRID

Gli interni (foto di proprietà di VI Cool)

È possibile scegliere tra diversi piatti molto invitanti ma la nostra curiosità culinaria ci ha fatto optare per il menù degustazione di mare da 7 portate. Scelta azzeccatissima! Se non vi piace il pesce offrono anche un menù di terra più economico a 22€ contro i 35€ del nostro.

Tapas da VICool Madrid

Tapas di mare

Vengono serviti diversi tapas che spaziano dai classici rivisitati, come i mini panini neri ai calamari, a tapas più raffinati come i gamberi impanati al curry o i filetti di corvina (un pesce che non avevo mai sentito) con salsa al mango.
Buonissimi anche i dolci e molto particolare il sorbetto alla piña colada.

Tapas da VICool Madrid

Ancora tapas

Il personale, tutto al femminile, è molto cordiale e professionale e tutte le ragazze parlano un inglese fluente.
Rapporto qualità prezzo buono, abbiamo speso 80€ in due per 2 menu e una bottiglia vino.

Informazioni pratiche
Dove: Calle de las Huertas, 12
Chiusura settimanale: lunedì
Prezzi: €€€

TABERNA DEL CHATO

È il tipico tapas bar di Madrid in cui si può mangiare a volontà senza l’ansia di essere spennati.
Il locale è piccolo quindi per andarci provate a prenotare o almeno evitate gli orari di punta.

Qui potrete scegliere dal menu diverse tapas o raciones, le porzioni più grandi. Il rapporto qualità prezzo è davvero eccezionale e infatti ci siamo sbizzarriti prendendo tantissimi piattini diversi che abbiamo diviso per assaggiarne il più possibile tanto che non siamo neanche riusciti a finire tutte le piccole portate.

Tapas alla Taberna del Chato

Tanti assaggi golosi!

Ottimo il pollo fritto, niente di che quello al curry, buono tutto il resto e presentato molto bene in bicchierini su tavolette di ardesia.
È una cena che dà soddisfazione!
Tante tapas, 2 birre e 2 caffè per un totale di 46€ in due. Consigliatissimo!

Informazioni pratiche
Dove: Calle Cruz 35 (hanno anche altre sedi)
Chiusura settimanale: Sempre aperto
Prezzi: €€

Si conclude così il mio tour culinario. Spero di avervi dato qualche dritta utile su dove mangiare a Madrid e, mi raccomando, se deciderete di provare uno di questi locali o se ci siete già stati raccontatemi cosa ne pensate nei commenti.

¡Buen provecho! (buon appetito!)

Nessun commento

Vuoi lasciare un commento?